Politica, le donne del Pd di Torre Annunziata si raccontano

Politica, le donne del Pd di Torre Annunziata si raccontano

Politica, le donne del Pd di Torre Annunziata si raccontano

Il ruolo delle donne, l’impegno nella vita quotidiana tra mille difficoltà e un focus sulle emergenze tra mancati diritti ed emarginazione. Si è tenuto questa sera, nel bar “Non solo Caffè” il convegno organizzato da Germaine Popolo, avvocato e leader della donne nel Partito Democratico di Torre Annunziata. Un’occasione anche per confrontarsi con il candidato a sindaco del centrosinistra Vincenzo Ascione. Tra le relatrici l’assessore Fausta Cirillo, e due candidate al consiglilo comunale di Torre, la nutrizionista Giovanna Cirillo (sponsorizzata dal consigliere comunale uscente Luigi Ammendola) e Enza Pena (sponsorizzata dal consigliere comunale uscente Antonio Gagliardi).  «L’amministrazione comunale di Torre Annunziata è attenta a quelle che dono le tematiche delle pari opportunità partendo dalla legge 21 – spiega la leader dell’esecutivo  Cirillo – sembra poco ma altri comuni  vicinori non l’hanno ancora messa in pratica. Ci sono commissari ad acta proprio perchè non è stata rispettata la presenza delle donne negli organismi direttivi come la legge impone». Ed è ancora la Cirillo a spiegare: «Si è avviata un pò di tempo fa l’impresa femminile, corsi per le donne , c’è una particolarità sul nostro territorio, le donne che lavorano hanno purtroppo poco tempo da dedicare alle altre cose: abbiamo la famiglia, il lavoro, magari anche la politica e tutto diventa pesante e rivendicare una donna a misura di donna è una cosa fondamentale». «Siamo sempre state particolarmente sensibili al tema della violenza sulle donne – ha invece commentato Germaine Popolo, organizzatrice dell’iniziativa e avvocato in prima linea sul territorio – non a caso nel 2014 abbiamo istituito uno spazio di ascolto per le vittime della violenza sulle donne, purtroppo con abbiamo potuto istituire uno sportello perchè non disponiamo delle professionalità competenti ma abbiamo indirizzato e ascoltato tante storie. Inoltre come gruppo abbiamo evidenziato che con la legge di bilancio del 2017 è stato rifinanziato il fondo per gli sportelli antiviolenza per il triennio 2017-2019 e questo sarà un nostro punto di forza che ci auguriamo verrà realizzato anche sul nostro territorio». A sostenere l’iniziativa il candidato a sindaco Vincenzo Ascione. 


ULTIME NEWS