Castellammare, Acetosella riapre per lavori. Gli operai: «Prima i nostri stipendi»

Castellammare, Acetosella riapre per lavori. Gli operai: «Prima i nostri stipendi»

Acetosella riapre per lavori. Gli operai: «Prima i nostri stipendi»

Castellammare. L’Acetosella riapre per lavori, per adeguare lo stabilimento in vista della ripresa della produzione. Gli operai presentano i decreti ingiuntivi nei confronti della società perché «senza soldi non possiamo andare avanti, è meglio fallire».

Questa la paradossale situazione in cui si trova l’ultimo simbolo di Castellammare di Stabia. Da quest’oggi una ditta edile sarà al lavoro all’interno dello stabilimento «perché la trattativa con l’operatore commerciale di Roma con il quale stiamo dialogando da qualche mese è andata avanti e siamo ormai arrivati all’approvazione di un piano industriale che ci permetterà di guardare al futuro con più serenità», spiega Franco Pecoraro, proprietario della Stabia di Mare srl, società che detiene la concessione per lo sfruttamento e l’imbottigliamento della sorgente.

+++ leggi l’articolo completo OGGI in edicola su Metropolis Quotidiano +++


ULTIME NEWS