Emergenza criminalità e trasporti flop a Poggiomarino, in 200 chiedono aiuto

Emergenza criminalità e trasporti flop a Poggiomarino, in 200 chiedono aiuto

Eemergenza criminalità e trasporti flop a Poggiomarino, in 200 chiedono aiuto

Incubo sicurezza e flop servizi di trasporto, oltre 200 cittadini hanno chiesto aiuto alle associazioni di Poggiomarino.
In due ore il gazebo in piazza De Marinis dell’associazione Centrodestra è stato preso d’assalto, in tanti hanno firmato la doppia petizione al fine di chiedere di risolvere due problemi atavici per Poggiomarino.
«Una doppia petizione che sottoporremo al sindaco Annunziata e al presidente della Regione Campania», spiega Maurizio Falanga, uno dei responsabili dell’associazione e tra gli organizzatori dell’evento che durerà durante tutto l’arco di questa settimana.
Due le problematiche al centro del doppio manifesto dell’associazione Centrodestra di Poggiomarino e della raccolta firme. Dall’incubo sicurezza, fino al problema mobilità
«Rispetto delle leggi, ripristino della legalità, impianto di videosorveglianza, repressione delle condotte illecite commerciali, repressione dello sfruttamento della prostituzione, repressione sversamento illecito di rifiuti pericolosi, aumento organico polizia locale e aumento presenza forze dell’ordine sul territorio», c’è scritto sul manifesto. Diverso è l’aspetto per quanto riguarda il diritto alla mobilità. «Chiediamo l’istituzione di un servizio di trasporto pubblico che colleghi Poggiomarino con l’Ospedale Villa Malta di Sarno, Stazione ferroviaria di Sarno, Asl Napoli 3 di Palma Campania, ufficio provinciale del lavoro di Ottaviano, Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, l’Inps con sede a Nola e gli uffici Asl Napoli 3 a Ottaviano. – c’è scritto nel manifesto dell’associazione – Abbiamo il diritto al trasporto pubblico, non è accettabile che i poggiomarinesi, senza un mezzo privato non possano raggiungere ospedali e uffici pubblici».


ULTIME NEWS