Il nuovo traghetto già si ferma ai box, il calvario dei pendolari Capri-Napoli

Il nuovo traghetto già si ferma ai box, il calvario dei pendolari Capri-Napoli

Il nuovo traghetto già si ferma ai box, il calvario dei pendolari Capri-Napoli

Il traghetto per Capri parte in ritardo, la navetta a Porta di Massa è ancora assente e l’avvio della stagione turistica 2017 riporta alla luce vecchie e nuove problematiche sul tema dei collegamenti marittimi. Ieri mattina, infatti, a pochi giorni dal ritorno in mare della nave dedicata al collegamento tra Napoli e Capri, la partenza in programma alle ore 9 ha subito un ritardo di oltre un’ora per cause che sembrerebbero di origine tecnica. Lo slittamento dell’inizio di navigazione del traghetto, fresco di restyling, ha causato disagi a coloro i quali si erano imbarcati alla volta dell’isola azzurra, condizionando, of course, orari e programmi di chi ieri aveva scelto la nave in partenza dal porto di Calata di Massa per approdare all’ombra dei Faraglioni.
E a proposito di Calata di Massa, continuano le proteste di pendolari, turisti ed istituzioni che, a tutto ieri, hanno dovuto effettuare il percorso tra i due moli di imbarco partenopei per le isole a piedi, in assenza, ancora del mini-shuttle che consentiva il collegamento interno tra i due porti. Dopo la soppressione del servizio, c’erano stati incontri e richieste da parte di cittadini e amministrazioni comunali per ripristinare un servizio di grande utilità sia ai viaggiatori con difficoltà fisiche, ma viaggiatori e pendolari, al momento, dovranno ancora affrontare il percorso pedonale se vorranno transitare da un molo all’altro. Intanto in attesa del cambio di orari e numero di partenze da e per Capri di traghetti ed aliscafi, da qualche giorno è stata aggiunta una partenza pomeridiana dall’isola azzurra per la terraferma.
Dopo l’aliscafo delle 16.30 e prima della partenza del traghetto Caremar delle 17.40, infatti, a disposizione di coloro i quali nelle ore pomeridiane devono raggiungere Napoli c’è l’aliscafo delle 17.05. Restano, invece, come segnalato più volte da pendolari ed isolani, con l’attuale piano orario, “i buchi” del pomeriggio, per chi dal capoluogo partenopeo vuole raggiungere l’isola azzurra. Dopo le 14.40, infatti, nessuna partenza prima del successivo aliscafo delle 16.30, così come lunga pausa dopo la motonave veloce delle 17.25  visto che il successivo mezzo utile che da Napoli trasporta passeggeri e residenti a Capri continua ad essere l’aliscafo delle ore 19.15.


ULTIME NEWS