Mafie: fiume umano nel quartiere delle ‘stese’ a Napoli

Mafie: fiume umano nel quartiere delle ‘stese’ a Napoli


Un fiume umano ha attraversato le strade di Ponticelli, quartiere delle ‘stese’ (raid con spari all’impazzata tra la folla, ndr), per celebrare la Giornata della memoria, promossa da Libera. A sfilare migliaia di studenti arrivati da ogni parte della Campania, ma al loro fianco anche i sindacati e tanti sindaci. In prima fila i familiari delle vittime innocenti di camorra. Un lungo elenco che in Campania conta 944 vittime. Chi oggi e’ sceso in strada a manifestare contro le mafie e per essere al fianco dei familiari era armato solo di tantissimi striscioni su cui si gridava il proprio ‘no’ alla camorra. Il lungo corteo si e’ fermato nel parco Conocal dove dal palco sono state ricordate tutte le vittime, salutate da un lungo e sentito applauso. “Il 75 per cento dei familiari – ha detto Fabio Giuliani, referente Libera per la Campania – aspetta ancora verita’ e’ giustizia. Oggi e’ una giornata bellissima perche’ siamo in tanti ma – ha ammonito – se ci fermiamo oggi e’ tutto inutile”.


ULTIME NEWS