Napoli: de Magistris, c’e’ chi vuole colpire la citta’

Napoli: de Magistris, c’e’ chi vuole colpire la citta’


”Infilare la vicenda di Salvini in una questione cosi’ importante come la modifica dello statuto del Comune di Napoli era una strumentalizzazione politica ed e’ per questo che abbiamo detto no agli ordini del giorno. Chi sta strumentalizzando lo fa in malafede perche’ vuole colpire la citta’ e per me chi lo fa e’ al pari di Salvini che fa strumentalizzazione politica”. Cosi’ il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e’ tornato sulle polemiche legate al Consiglio comunale di ieri in cui e’ stata approvata la modifica allo statuto con l’inserimento della dicitura ‘Napoli Citta’ di Pace e di Giustizia’ e sono stati respinti alcuni ordini del giorno, presentati dalle forze di opposizione, in cui si chiedeva di allegare alla delibera la solidarieta’ dell’amministrazione alle forze dell’ordine che sono rimaste coinvolte negli scontri durante la manifestazione contro Salvini dello scorso 11 marzo. De Magistris, anche nel corso della diretta Facebook su Repubblica Napoli, ha ribadito che: ”C’e’ qualcuno che non vuole capire e ormai non sappiamo come dirlo, Luigi de Magistris e la sua Giunta sono contro ogni forma di violenza fisica, morale, psicologica e istituzionale e daremo sempre la solidarieta’ a tutte le vittime di violenza”. “Napoli – ha ribadito – in questa vicenda e’ parte lesa e se non ci fosse stata la provocazione di Salvini tutto questo non sarebbe accaduto”. Secondo de Magistris, ieri in Consiglio comunale ”qualcuno volendo strumentalizzare le forze dell’ordine, la manifestazione e tutto quello che era accaduto, per fatti assolutamente contingenti, voleva inserire degli ordini del giorno in una delibera Napoli Citta’ di Pace che riguarda il Dna di questa citta’ che vuole essere sempre di piu’ citta’ di pace e di giustizia tanto da inserirlo nello statuto”.


ULTIME NEWS