Torre Annunziata, confiscate le case ai Gionta. Ma lo Stato è arrivato in ritardo

Torre Annunziata, confiscate le case ai Gionta. Ma lo Stato è arrivato in ritardo

Torre Annunziata, confiscate le case ai Gionta. Ma lo Stato è arrivato in ritardo

Torre Annunziata. Il primo decreto di confisca arriva dopo 455 giorni dal sequestro e lo sgombero di Palazzo Fienga. Troppi giorni, troppo tempo per pensare davvero ad un riscatto dell’ex bunker della camorra.  

Il tribunale di Napoli si è espresso con un primo provvedimento di confisca per soli due dei 63 appartamenti  che furono sgomberati  a gennaio. Si tratta degli appartamenti dove vivevano Valentino Gionta, il fondatore della cosca e di sua moglie Gemma Donnarumma al primo piano dell’immobile e quello del figlio, Pasquale, al secondo dell’edificio. 

+++ Tutti i dettagli in edicola OGGI su Metropolis quotidiano +++


ULTIME NEWS