Scandalo Appaltopoli, tornano liberi gli ex sindaci di San Giorgio e Pompei

Scandalo Appaltopoli, tornano liberi gli ex sindaci di San Giorgio e Pompei

Scandalo Appaltopoli, tornano liberi gli ex sindaci di San Giorgio e Pompei

Napoli. Tre provvedimenti cautelari, nove sostituzioni con misure meno afflittive (dal carcere ai domiciliari), 12 annullamenti. Sono le decisioni del Tribunale del Riesame di Napoli sulle ordinanze cautelari emesse nell’ambito dell’inchiesta su appalti nel Casertano e nel Napoletano che vedono coinvolti imprenditori, professionisti e amministratori locali e di enti pubblici.

Resta in carcere Pasquale Sommese, consigliere regionale ed ex assessore regionale. Il carcere viene sostituito con gli arresti domiciliari per Gianluca Battaglia, Alfonso Setaro, Pietro Russo, Paolo Stabile, Mario Stefano D’Amico, Carlo Coppola, Marco Cascella.

Tornano liberi Giuseppe Avecone, Claudio Di Biasio, Vincenzo Sposito, Giuseppe Bianca, Vito Cappiello, Raffaele De Rosa, Michele Apicella, Domenico Giorgiano (ex sindaco di San Giorgio a Cremano), Antonio De Simone, Carlo Piccirillo, Gabriele Venditti, Claudio D’Alessio (ex sindaco di Pompei).

Vanno a domiciliari anche Carlo Coppola e Alessandro Albano. Confermati i domiciliari per Fabrizio Pepe. Resta l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per Vincenzo Manocchio.


ULTIME NEWS