Bimbo di 5 anni investito a Torre Annunziata. La rabbia del padre: «Potevano ucciderlo»

Bimbo di 5 anni investito a Torre Annunziata. La rabbia del padre: «Potevano ucciderlo»

Bimbo di 5 anni investito a Torre Annunziata. La rabbia del padre: «Potevano ucciderlo»

Torre Annunziata. «Sono rimasto immobile, paralizzato, si sono bloccate le gambe di fronte a mio figlio che urlava e piangeva mentre sull’asfalto c’era sangue».

E’ ancora sotto shock Ciro C. il papà del piccolo Michele, il bimbo di 5 anni che venerdì sera è stato travolto da uno scooter-pirata. Un padre che di fronte a quella scena non ha saputo prestare soccorso al piccolo. Impotente, terrorizzato.

Ieri è rimasto tutta la notte vicino al lettino dell’ospedale Santobono di Napoli, dove ora il bimbo è tutt’ora ricoverato. Sarà sottoposto a due interventi: uno alla mascella e uno ai zigomi dove ha riportato le uniche due fratture. 

+++ Leggi l’articolo completo OGGI in edicola su Metropolis Quotidiano +++


ULTIME NEWS