Nasi rossi in ospedale: super-eroi in corsia per regalare sorrisi

Nasi rossi in ospedale: super-eroi in corsia per regalare sorrisi

Nasi rossi in ospedale: super-eroi in corsia per regalare sorrisi

Torre Annunziata. L’hanno ribattezzata “Operazione super-eroi in corsia” che, tradotto, vuol dire curare i piccoli pazienti dei reparti con la cura del sorriso. Una medicina alternativa: non c’è bisogno della ricetta medica, nè prevede la somministrazione di pillole, punture o lavaggi ma l’impresa più difficile, strappare un sorriso a chi troppo spesso non ha un motivo per sorridere. Costretti  a rimanere in una culla, di un ospedale, spesso per mesi, già all’età di tre anni, soli con le sfide più grandi da affrontare nonostante la tenera età. 

E così, per rendere la permanenza un viaggio tutto da scoprire spunta un esercito di personaggi cartoons per coccolare e far divertire i  bambini con la cura del sorriso, la clown- terapia. La stanza al secondo piano della struttura sanitaria si è improvvisamente riempita con miss Spumosina (Anna Vitiello), il Capitano (Enzo Polverino), la principessa Lulù (Elena D’Avino) e miss Spazzolino (Nunzia Cannavacciuolo).

Gli angeli dell’associazione “Nasi Rossi” che ancora una volta da Boscotrecase a Nocera hanno regalato un sorriso al cuore dei bimbi ricoverati nei reparti dell’ospedale. In punta di piedi, senza regali materiali ma con i buffi costumi, il naso tondo e rosso, così come virano al porpora le loro gote I bimbi non sanno nemmeno chi sono quei strani personaggi che cantano, ballano, ridono, inciampano in modo buffo ma sanno che una risata li guarirà.

I volontari improvvisano scenette buffe ma alle loro spalle c’è tanta creatività, fantasia ma anche una lunga preparazione per i volontari che hanno deciso di formarsi per aiutare a distrarre i piccoli pazienti dalla condizione di malattia in cui spesso si ritrovano. 


ULTIME NEWS