I “maghi” dell’informatica per le indagini su Aliberti e la Paolino

I “maghi” dell’informatica per le indagini su Aliberti e la Paolino

I "maghi" dell'informatica per le indagini su Aliberti e la Paolino

Il sostituto procuratore dell’Antimafia, Vincenzo Montemurro, si affida a un pool di esperti in informatica per analizzare il materiale acquisito a casa dell’ex sindaco di Scafati Pasquale Aliberti e della moglie Monica Paolino, entrambi indagati per voto di scambio polito mafioso. Si tratta di messaggi su whatsapp, sms, chat, e-mail e post sulla bacheca facebook di marito e consorte. Materiale della perizia che poi lo stesso magistrato inquirente dell’Antimafia salernitana depositerà al Tribunale del Riesame dove è da fissare l’udienza di ritorno dalla Corte di Cassazione sul rigetto della richiesta di arresto (manca ancora la motivazione della decisione degli ermellini). 

IL SERVIZIO COMPLETO SU METROPOLIS QUOTIDIANO OGGI IN EDICOLA


ULTIME NEWS