Solarium sulla passeggiata porto-Scala: il Comune di Torre del Greco affitta gli scogli per 6 anni

Solarium sulla passeggiata porto-Scala: il Comune di Torre del Greco affitta gli scogli per 6 anni

Solarium sulla passeggiata porto-Scala: il Comune di Torre del Greco affitta gli scogli per 6 anni

Torre del Greco. Lì dove oggi ci sono gli scogli rigorosamente piatti – finiti in diverse occasioni al centro di polemiche e proteste per la facilità con cui le onde superano la barriera frangiflutti – a breve (ri)nascerà un impianto temporaneo e stagionale da destinare a solarium».

È la controversa strada imboccata dall’amministrazione comunale targata Ciro Borriello, pronta a rilasciare una concessione di sei anni alla società “Iniziative Vesuviane” di Giuseppe Ciavolino – già noto in municipio per varie iniziative promosse in collaborazione con la maggioranza, non ultima la mostra di presepi realizzata a palazzo Baronale – per mettere in piedi un nuovo impianto elioterapico, dopo il fallito esperimento del 2014. Stavolta, invece, tutte le autorizzazioni dovrebbero essere “a posto” compreso il via libera paesaggistico rilasciato dal settore “ambiente e servizi manutentivi del Comune”.

Un via libera che consentirà a Giuseppe Ciavolino – amministratore unico della società Iniziative Vesuviane con sede legale in via Alcide De Gasperi 131 – di realizzare le necessarie trasformazioni urbanistico-edilizie per mettere in piedi il solarium utilizzabile, secondo le prescrizioni dell’amministrazione comunale, a partire dal 20 aprile e fino al 20 ottobre di ogni anni fino al 2022.

Un vero e propria affare, considerata l’affluenza estiva lungo la passeggiata porto-Scala e la possibilità di affiancare all’elioterapia la vendita di bibite e snack.

Un affare a cui, evidentemente, l’amministrazione comunale e la società Iniziative Vesuviane lavoravano già da diverso tempo: non a caso – ai tempi della mareggiata di febbraio, capace di distruggere parte della passeggiata porto-Scala – furono proprio i volontari guidati da Giuseppe Ciavolino a provvedere alle pulizie in tempi-record. La presenza di estranei all’interno di un cantiere potenzialmente pericoloso – durante le operazioni un bobcat si ribaltò, rischiando di finire su alcuni volontari – fu immediatamente denunciata dall’opposizione di palazzo Baronale, con il capogruppo di Ncd Giovanni Palomba pronto a chiedere chiarimenti sulla presenza di Giuseppe Ciavolino & co. lungo la passeggiata porto-Scala.

Chiarimenti mai arrivati in forma ufficiale, ma adesso espliciti alla luce della concessione di sei anni rilasciata dal Comune proprio alla società guidata dal “volontario” delle pulizie. 


ULTIME NEWS