Politici e migranti con la scopa per ripulire le pinete di Terzigno

Politici e migranti con la scopa per ripulire le pinete di Terzigno

Politici e migranti con la scopa per ripulire le pinete di Terzigno

Politici, migranti, attivisti e operatori della ditta che gestisce il servizio di nettezza urbana protagonisti di una giornata ecologica alle falde del Vesuvio a Terzigno.
Nei pressi del campo sportivo del piccolo comune vesuviano, sabato mattina si ritroveranno in tanti per ripulire la pineta in vista delle festività pasquali. Un’iniziativa fortemente voluta dai consiglieri del gurppo ‘Terzigno verso il futuro’, molto sensibili sulla questione ambientale. Si parte presto, intorno alle 7 del mattino, nei pressi dell’area giochi – recentementa vandalizzata da un gruppo di criminali che ha distrutto gli scivoli recentemente sostituiti – per poi spostarsi nelle pinete devastate dai rifiuti. Toccherà proprio ai volontari, tra questi anche molti esponenti politici locali, provare a ripulire l’area e cercare di dare dignità a uno dei posti più belli del Parco Nazionale del Vesuvio. «Un evento organizzato per accogliere i tantissimi turisti che tra Pasqua e pasquetta vorranno passare una giornata all’aperto, magari mangiando un panino – spiega Salvatore Carillo che, assieme ad Autilia Carillo si è fatto promotore della giornata ecologica organizzata a Terzigno – ci armeremo tutti di scopa per ridare dignità al parco».


ULTIME NEWS