Incubo allagamenti a Torre del Greco: 510.000 euro per le nuove fogne nel sottopasso della Litoranea

Incubo allagamenti a Torre del Greco: 510.000 euro per le nuove fogne nel sottopasso della Litoranea

Incubo allagamenti a Torre del Greco: 510.000 euro per le nuove fogne nel sottopasso della Litoranea

Torre del Greco. Mezzo milione di euro per scongiurare il rischio allagamenti nel sottopasso di via onorevole Crescenzo Mazza, la strada di collegamento tra la cosiddetta strada parallela alla Litoranea e il lungomare.

L’amministrazione comunale targata Ciro Borriello non bada a spese di soldi pubblici e – a soli cinque anni dalla consegna dei lavori effettuati dalle Ferrovie dello Stato – mette in cantiere una nuova serie di interventi straordinari per adeguare la rete fognaria destinata alla raccolta delle acque piovane. «Si tratta di un’opera finalizzata a risolvere la questione degli allagamenti in via onorevole Crescenzo Mazza. Una questione segnalata in diverse occasioni dai comitati di quartiere di via Litoranea – sottolinea il sindaco Ciro Borriello – attraverso note in cui si evidenziano i notevoli danni creati ai cittadini e ai commercianti della zona».

Di qui, la decisione di mettere mano al portafogli del Comune per potenziare un impianto in teoria già in grado di “sopportare” piogge torrentizie e nubifragi: «Intendiamo risolvere il problema – spiega, invece, l’ex deputato di Forza Italia – mediante la realizzazione di un nuovo tracciato fognario pluviale in grado di portare l’acqua direttamente a mare, in aggiunta all’impianto di pompaggio esistente».

Un modo per aggirare il problema del mancato adeguamento di decine di serre a monte del sottopasso, reale causa degli allagamenti in caso di nubifragi. Così la giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità redatto dai tecnici del settore ambiente e servizi manutentivi, aprendo la strada alla risoluzione della questione: una strada – in realtà – al momento tutta in salita, considerato il mancato inserimento dell’opera pubblica all’interno del piano triennale di interventi, passo fondamentale per il via libera al progetto esecutivo.

Esattamente come i lavori di adeguamento del sottopasso di viale Europa, all’altezza del congiungimento con via Litoranea: un secondo “punto caldo” in caso di piogge torrentizie, su cui l’amministrazione comunale ha deciso di intervenire – in primis, avviando le pratiche per gli espropri di eventuali terreni – allo scopo di scongiurare il rischio-allagamenti. Salvo dimenticare di inserire, fino a oggi, i lavori all’interno del piano triennale delle opere pubbliche.


ULTIME NEWS