“Vai a casa a cucinare o ti chiudo in un sacco”. Arrestato dopo aggressione alla moglie

“Vai a casa a cucinare o ti chiudo in un sacco”. Arrestato dopo aggressione alla moglie

Arrestato dopo aggressione alla moglie

Ha minacciato la moglie nel suo luogo di lavoro, ingiungendole di tornare immediatamente a casa “per cucinare”, e poi ha tentato di aggredirla anche davanti ai poliziotti intervenuti per difenderla. Un uomo di 40 anni, R.C., di Marigliano (Napoli) e’ stato arrestato nel pomeriggio di ieri dalla Polizia con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali dolose e resistenza a pubblico ufficiale Nel primo pomeriggio di ieri, l’ uomo si e’ presentato nell’ ospedale del centro storico dove la moglie lavora e l’ ha afferrata per i capelli per obbligarla a tornare a casa “a cucinare”. Urlando, R.C. ha minacciato la moglie di chiuderla in un sacco. Una Guardia giurata in servizio nell’ ospedale e’ intervenuta per difendere la donna, che e’ fuggita all’ interno dell’ ospedale, cercando riparo al secondo piano. All’ arrivo dei poliziotti – mentre l’ uomo continuava ad inveire – la donna ha riferito di essere vittima di percosse e violenze da 10 anni e di non aver mai presentato denuncia solo per amore dei loro sei figli, temendo ritorsioni da parte del marito, sposato 16 anni fa. Piu’ volte la donna era stata costretta a farsi medicare in ospedale per i colpi subiti. R.C. ha tentato di aggredire la moglie anche nella sede del Commissariato Decumani, dove e’ stato condotto dai poliziotti. L’ uomo e’ stato arrestato e trasferito in carcere. (


ULTIME NEWS