Poggioreale diventa “digitale”, fibra ottica nelle prime 10 strade della IV Municipalità

Poggioreale diventa “digitale”, fibra ottica nelle prime 10 strade della IV Municipalità

Poggioreale diventa “digitale", fibra ottica nelle prime 10 strade della IV Municipalità

Napoli è diventata “digitale” con chilometri di strade nuove e la realizzazione della rete di telecomunicazioni in fibra ottica che coprirà l’80% del tessuto cittadino, la maggior parte ricadente nella quarta Municipalità. Da pochi giorni sono iniziati i primi interventi di ripristino delle strade di Poggioreale sottoposte ai lavori di scavo per la messa in posa della fibra ottica. Grazie ad un’intesa mai realizzata fino ad ora in ambito di pubblica amministrazione, la Municipalità ha stretto un accordo con la ditta Open Fiber S.p.a., la società del Gruppo Enel che oltre a “digitalizzare” le strade si sta occupando del restyling di intere carreggiate e non solo singoli rappezzi, come di prassi avveniva in passato quando il territorio è stato devastato dagli scavi eseguiti selvaggiamente dai tanti enti di turno. Con questa nuova buona pratica, fortemente voluta dal presidente della quarta Municipalità Giampiero Perrella e dal Servizio Tecnico municipale, il territorio si ritroverà chilometri di strade completamente riasfaltate. Al primo lotto di interventi sul quartiere di Poggioreale, ne seguiranno altri. Ecco le strade che entro la prossima settimana saranno interessate dagli interventi: via Vicinale Santa Maria del Pianto, via Gorizia, via Nuova Poggioreale, via Gaetano Bruno, via Giuliano da Maiano, via Giuseppe Buonocore, via Monfalcone, via San Lazzaro, via Aquileia, via Bonifaci. «In un periodo di grandi difficoltà economiche per l’ente raggiungiamo due grandi risultati: restituiamo ai cittadini decine di strade completamente riasfaltate a costo zero per la pubblica amministrazione e mettiamo un argine agli enti e compagnie che hanno operato sulle nostre strade – ha dichiarato Perrella – basti pensare che, pochi mesi fa, siamo stati obbligati a riconoscere, come municipalità, oltre 200mila euro di debiti fuori bilancio derivanti da sinistri stradali, di cui buona parte procurati dalle pessime condizioni della pavimentazione stradale». «Molti temevano che un intervento così esteso per la messa in posa della fibra ottica avrebbe disastrato il territorio che invece stiamo riqualificando trovando in Oper Fiber un interlocutore attento e disponibile – conclude Perrella – l’obiettivo è di invertire la tendenza e impegnare le ditte all’atto della concessione dei lavori, a ripristinare le carreggiate aumentando i controlli sul territorio, dove stiamo colpendo chi esegue in maniera abusiva lavori e scarichi come testimonia un episodio di pochi giorni fa in via Ferrara dove abbiamo fatto multare l’impresa, obbligata a chiudere gli scavi».  


ULTIME NEWS