A Pompei oggi apre Ventimila Sterline, la casa dei libri dimenticati

A Pompei oggi apre Ventimila Sterline, la casa dei libri dimenticati

A Pompei oggi apre Ventimila Sterline

Pompei. «Se oggi non leggi, non hai chance». Lo scrittore Ciro Sabatino si prepara all’inaugurazione di Ventimila Sterline, uno spazio dedicato agli under 30 che sarà gestito dalla figlia Marialaura e da un gruppo di giovani. Una casa dei libri dimenticati, un po’ biblioteca, un po’ area gioco, un po’ spazio studio. Iscrivendosi all’associazione, si potrà usufruire dei servizi offerti e «avere un luogo in cui rifugiarsi».

Questa sera l’attesa inaugurazione a via Carlo Alberto, 70: «Sarà una grande festa». Nelle scorse settimane è stata avviata la raccolta dei volumi. «Siamo a quota undicimila», racconta Ciro, «a giorni porterò qui anche la mia biblioteca personale che conta circa settemila libri e include pezzi unici». Insomma, il traguardo dei ventimila volumi non è lontano. «Vogliamo abituare i giovani a leggere.

L’idea è quella di avviare una sorta di educazione alla lettura per una scelta consapevole dei testi cui avvicinarsi. Vogliamo spiegare e raccontare i libri, far capire ai lettori come “accompagnarli” quasi fossero vini». Nella “casa dei libri dimenticati” sta arrivando di tutto: «Tra i libri regalati c’è la chiave di quello che la gente non legge più.

Al primo posto tra i testi raccolti c’è “Il cimitero di Praga” di Umberto Eco, segue l’opera omnia di Bruno Vespa e ancora Fabio Volo e Federico Moccia». Oggi alle 21 si parte ufficialmente con Rocco Traisci e Jet Set Live. «E racconteremo a tutti cosa accadrà nella Casa dei Libri Dimenticati e nel corso delle tre settimane successive all’inaugurazione daremo un assaggio di quello che sarà Ventimila Sterline.

Uno spazio dove ascoltare musica, leggere, studiare, chiacchierare, raccontare o starsene un po’ tranquilli», spiega lo scrittore pompeiano. Sono stati programmati una serie di eventi con personaggi che racconteranno le loro storie: la campionessa di scacchi Mariagrazia De Rosa, il vulcanologo Enzo de Novellis che porterà la sua chitarra e suonerà blues, Roberta Inarta della Scuola di Cinema di Napoli, Michelangelo Iossa massimo esperto dei Beatles in Italia. In occasione del taglio del nastro, prenderà il via anche la mostra Antologica di Giovanni e Gennaro Calabrese tra pittura e scultura.  


ULTIME NEWS