Angela Celentano, incontro tra la finta Celeste e mamma Maria: «Era sconvolta, non sapeva del dramma»

Angela Celentano, incontro tra la finta Celeste e mamma Maria: «Era sconvolta, non sapeva del dramma»

Incontro tra "Celeste" e mamma Maria: «Era sconvolta, non sapeva del dramma»

Per sette lunghi anni Catello e Maria Celentano hanno sperato e creduto che quella foto fosse realmente della figlia Angela, la bimba di 3 anni scomparsa misteriosamente nel nulla nell’agosto del 1996 sul Monte Faito. Oggi invece i genitori di Angela non solo sanno che quella donna non è la loro figlia, ma che in realtà quella ragazza non si chiama nemmeno Celeste Ruiz, come invece era stato scritto nella e-mail anonima giunta nel 2010 ai coniugi Celentano. Una mail dove c’era scritto anche questo: “Sono io Angela”. Quella speranza, per i Celentano, arrivò dal Messico il 25 maggio 2010. Da allora ci fu un anno di corrispondenze, foto. La falsa Angela, a Maria e Catello Celentano scrisse anche questo: “Ho visto le foto molte volte e mi fanno sempre piangere, piangere, piangere perché so che quella della foto sono io e non vi posso dire il mio vero nome. Ma sono in Messico e sono felice dove sto. Non preoccupatevi per me e non potrei tornare con voi perché non potrei separarmi da questa famiglia con la quale sto da 12 anni e quasi non ho più ricordi di voi fino a che ho visto le foto. Ma credetemi, amo anche voi. Sono felice, non mi cercate più”. La donna ritratta nell’effige finita di recente sui giornali messicani, con l’offerta di una ricompensa di 3 milioni di pesos (circa 114 mila euro) a chiunque avesse fornito notizie utili alla sua individuazione, in realtà è di una psicologa messicana residente in Francia, più grande di una dozzina di anni rispetto all’età che oggi avrebbe Angela Celentano, informata del caso prima da amici e poi da alcuni familiari. La prova del Dna ha escluso possibili compatibilità tra la donna e i coniugi Celentano. Oggi l’incontro tra la professionista e il papà e la mamma di Angela, con un caloroso abbraccio tra lei e Maria Celentano, come racconta l’avvocato di famiglia, Luigi Ferrandino. “Si tratta – dice il legale – di una professionista e madre di figli. Una donna totalmente all’oscuro di quanto era successo. Le ho parlato, era sconvolta e dispiaciuta”. La donna, ha spiegato ancora l’avvocato Ferrandino, ha dichiarato “che la foto era stata postata su un social network e risaliva al 2002. Chi e perché l’abbia presa non è chiaro”. La Procura di Torre Annunziata ha tenuto oggi un vertice alla presenza dei genitori di Angela e dell’avvocato Ferrandino, confermando che proseguiranno le indagini per cercare Angela. “La cura e la completezza delle indagini svolte da questa Procura – ha detto in una nota il procuratore della Repubblica di Torre Annunziata, Alessandro Pennasilico – e dagli ufficiali di polizia giudiziaria delegati ed il risultato comunque conseguito sul piano investigativo nella cosiddetta pista messicana, non leniscono l’amarezza sul piano umano di quanto accertato e non esauriscono la partecipazione di chi lavora a questo caso, alle speranze della famiglia Celentano, anche con la ricostruzione della dolorosa vicenda in altri ambiti investigativi, che questa Procura non ritiene ancora conclusa”.


ULTIME NEWS