Un mini-lido nel cuore di Sorrento, il Comune ferma i tuffi nella piscina dell’Artis domus: «Stabilimento senza permesso»

Un mini-lido nel cuore di Sorrento, il Comune ferma i tuffi nella piscina dell’Artis domus: «Stabilimento senza permesso»

Un mini-lido nel cuore di Sorrento, il Comune ferma i tuffi nella piscina dell'Artis domus: «Stabilimento senza permesso»

«Cessazione attività abusiva di bagno pubblico-piscina». C’è scritto così sull’ordinanza dirigenziale 147 emessa nei confronti dell’Artis domus di Sorrento, struttura turistica che sorge nel cuore del centro storico e che di recente ha inaugurato una vasca da sballo. Che però, stando alle verifiche svolte dal Comune, risulta irregolare per la destinazione pubblicizzata sul web. Ovvero: «Pool club e solarium». Da indagini telematiche, è emerso proprio che la piscina veniva adibita per «attività di stabilimento di bagno pubblico senza la prescritta autorizzazione». A fare la differenza un rapporto della pulizia municipale di stamattina. Nei confronti della rappresentante legale della società Artis domus Maria Tedeschi – il titolare della proprietà risulta essere Massimo Maresca – viene contestata l’apertura dello stabilimento in assenza di autorizzazioni. In tal senso il provvedimento – a firma dei funzionari comunali Daniele De Stefano e Donato Sarno – prevede lo stop immediato all’attività.


ULTIME NEWS