Scandalo turismo a Sorrento, la verità del sindaco Cuomo: «Combattiamo le strutture abusive, il Comune controlla»

Scandalo turismo a Sorrento, la verità del sindaco Cuomo: «Combattiamo le strutture abusive, il Comune controlla»

Scandalo turismo a Sorrento, la verità del sindaco Cuomo: «Combattiamo le strutture abusive, il Comune controlla»

Abbac ha inviato gli elenchi delle strutture ricettive abusive ai Comuni di Sorrento e Sant’Agnello e alle forze dell’ordine. E adesso si attendono provvedimenti importanti che possano fungere anche da monito. Sì, perché a Sorrento è ormai impossibile per una coppia trovare un “buco” libero da acquistare per mettere su famiglia e viverci serenamente. «C’è chi addirittura preferisce mandare via gli inquilini e metterci i turisti» sbotta qualcuno sui social network dove la notizia dei posti letto illegali in fretta diviene virale.
«Auspichiamo che in collaborazione con gli enti si possa attuare quanto richiesto, organizzando incontri per accompagnare e formare chi intende adeguarsi alle normative» spiega l’Abbac in una nota. Che rincara la dose e non risparmia frecciate: «Siamo pure in attesa che il Comune di Sorrento ci informi sulla possibilità di effettuare per conto dell’ente, un controllo low Coast della mancata tassa di soggiorno».
«Stiamo contrastando gli abusivi» precisa subito Giuseppe Cuomo che commenta gli esiti dell’indagine Abbac: «La nostra collaborazione per arginare il fenomeno è ovviamente totale. Già da tempo ci siamo attivati in questo senso. Attualmente il comando di polizia locale è impegnato in una attività di controllo. E sulla stessa linea farà Andreani, società aggiudicatrice di una specifica gara di appalto. Attraverso queste attività poste in essere ci saranno presto ulteriori risultati».


ULTIME NEWS