Migranti nelle parrocchie della penisola, il prefetto “benedice” il patto Comuni-Chiesa

Migranti nelle parrocchie della penisola, il prefetto “benedice” il patto Comuni-Chiesa

Migranti nelle parrocchie della penisola, il prefetto "benedice" il patto Comuni-Chiesa

Il prefetto di Napoli Carmela Pagano battezza la trattativa tra i Comuni e l’Arcidiocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia. Ed entro lunedì esige una risposta su dove ospitare i 240 migranti assegnati alla penisola sorrentina. Ma a detta delle sei amministrazioni non ci sono immobili pubblici liberi e in linea con le prescrizioni del Viminale. Quindi, per ora, l’unica soluzione può essere destinare i rifugiati nelle parrocchie scalando il numero di immigrati da quello imposto dal ministero dell’Interno. E se saltasse il patto con la Curia? A quel punto sarà la stessa Prefettura a cercare sul territorio posti adeguati. E’ quello che è emerso ieri pomeriggio durante il vertice della verità sull’accoglienza in penisola sorrentina. Da una parte il prefetto Pagano. Dall’altra i rappresentanti dei sei Comuni. Presenti i sindaci Piergiorgio Sagristani (Sant’Agnello), Andrea Buonocore (Vico Equense), Lorenzo Balducelli (Massa Lubrense), gli assessori Massimo Coppola (Sorrento) e Pasquale Cacace (Meta) e il consigliere comunale Marialaura Gargiulo (Piano di Sorrento).

++DETTAGLI IN EDICOLA OGGI SU METROPOLIS++


ULTIME NEWS