Operai invalidi, la ditta dei rifiuti di Castellammare deve reintegrare gli spazzini sospesi

Operai invalidi, la ditta dei rifiuti di Castellammare deve reintegrare gli spazzini sospesi

Operai invalidi, la ditta dei rifiuti di Castellammare deve reintegrare gli spazzini sospesi

Castellammare di Stabia. Invalidi sospesi perché ritenuti non idonei a lavorare: la ditta che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti a Castellammare di Stabia deve reintegrare due spazzini. Questo l’esito delle visite mediche supplementari richieste dalle organizzazioni sindacali. La questione ruota attorno alle mansioni dei due operai che, nonostante le rispettive disabilità, possono essere impiegati in alcuni settori con le qualifiche di “piazzalista” e “magazziniere”. E per tali mansioni deve utilizzarli l’Am Technology. 

+++ leggi l’articolo completo OGGI su Metropolis quotidiano +++


ULTIME NEWS