Napoli: picchiarono a morte dipendente di un pub. Dopo 12 anni arresti figlio e nipoti del boss

Napoli: picchiarono a morte dipendente di un pub. Dopo 12 anni arresti figlio e nipoti del boss


Hanno picchiato selvaggiamente con una mazza da baseball il dipendente di un pub, fino a mandarlo in coma e poi a farlo morire dopo sei mesi di agonia. Per questo Eduardo Terracciano, 36 anni, figlio di Salvatore, boss dell’omonimo clan detto ‘o Nirone, morto di recente, e i nipoti del capoclan Francesco Terracciano, 35 anni, e Salvatore Equabile, suo coetaneo, sono destinatari di una misura cautelare emessa dal gip dopo indagini della polizia e devono rispondere di omicidio pluriaggravato. Due di loro sono gia’ detenuti. Raffaele Iannaccone lavorava nel pub Lander Suisse, in via Toledo, e la notte del 13 agosto 2005 i tre lo costrinsero ad uscire dal locale, colpendolo con la mazza e anche con gli sgabelli d’acciaio dell’arredamento esterno del pub. Un pestaggio mortale per il quale sinora non c’erano colpevoli; nuovi elementi di indagine e quattro pentiti hanno portato alla soluzione del caso.


ULTIME NEWS