Vigili in sciopero, a rischio la tappa del giro rosa a Torre del Greco: il caso finisce in prefettura

Vigili in sciopero, a rischio la tappa del giro rosa a Torre del Greco: il caso finisce in prefettura

Vigili in sciopero, a rischio la tappa del giro rosa a Torre del Greco: il caso finisce in prefettura

Torre del Greco. Lo sciopero proclamato dai vigili urbani per il 9 luglio finisce sotto i riflettori del prefetto di Napoli. Perché la storica decisione dei caschi bianchi del comando di largo Costantinopoli – sarebbe il primo caso di astensione dal lavoro nella storia dell’ente di palazzo Baronale – immediatamente è stata comunicata al direttore del giro rosa, atteso a Torre del Greco per la tappa conclusiva del 9 luglio. Ovvero, proprio il giorno individuato dagli agenti di polizia municipale per lasciare a casa la divisa bianca. «Si tratta di una situazione grave – scrive Giuseppe Rivolta al prefetto Carmela Pagano e al sindaco Ciro Borriello – sia per la sicurezza del percorso di gara sia per l’incolumità di atleti e pubblico». Impensabile uno stravolgimento generale del programma o l’annullamento della tappa, peraltro l’ultima dell’evento ciclistico femminile più importante al mondo: «Tutto ciò metterebbe in cattiva luce l’intero apparato organizzativo  – sottolinea il direttore del giro rosa – e, pertanto, si chiede di provvedere a una mediazione anche tramite l’attivazione di volontari in supporto di assistenza alla popolazione per la buona riuscita della manifestazione». Insomma, lo sciopero dei vigili urbani – una categoria già non particolarmente “apprezzata” dai cittadini di Torre del Greco, come dimostrano gli ironici commenti circolati su Facebook alla notizia dello stato di agitazione – rischia di provocare l’ennesimo danno d’immagine alla quarta città della Campania. Un rischio spazzato via dall’ottimismo del vicesindaco Romina Stilo:  «La tappa finale del Giro Rosa non solo si farà regolarmente, ma grazie all’aiuto di tutti gli attori coinvolti nella vicenda sarà una grande festa  per lo sport e per la gente». Una convinzione maturata al termine del tavolo tecnico promosso d’urgenza in prefettura a Napoli: «Un incontro – fa sapere la first lady di palazzo Baronale – chiesto  per fugare ogni possibile dubbio sulla piena volontà dell’amministrazione comunale di ospitare, come da programmi, l’evento sportivo che vedrà arrivare in città le migliori cicliste al mondo». Dall’incontro è scaturita una piena e forte sinergia per arrivare al regolare svolgimento della manifestazione di caratura internazionale: “La Prefettura ha apprezzato la nostra presa di posizione chiara e netta, assicurandoci – conclude Romina Stilo – la piena collaborazione per quanto necessiti per la perfetta riuscita della gara».


ULTIME NEWS