Bufera sul concorso vigili a Torre del Greco: ecco i nomi nel mirino

Bufera sul concorso vigili a Torre del Greco: ecco i nomi nel mirino

Bufera sul concorso vigili a Torre del Greco: ecco i nomi nel mirino

Torre del Greco. È stato l’argomento del giorno in Municipio, capace di superare la discussione politica sull’eventuale ritiro delle dimissioni presentate dal sindaco Ciro Borriello. Si è concentrata sulla graduatoria pre-selettiva per l’assunzione di 13 vigili urbani l’attenzione dei “superstiti” di palazzo Baronale: non solo per la presenza di nomi eccellenti all’interno della graduatoria – ex assessori, parenti di consiglieri comunali e familiari di noti dirigenti dell’ente di largo Plebiscito – bensì per il sospetto record di trenta/trentesimi registrato all’atto delle verifiche.

I “cervelloni” in gara

Su 405 aspiranti a una divisa da agente di polizia municipale – contratto a tempo indeterminato, part time al 33% – la bellezza di 87 candidati è stata capace di rispondere esattamente a tutte le domande, riuscendo così a ottenere il punteggio massimo. Basta un rapido conto per scoprire come un candidato su cinque – precisamente il 21,48% – abbia centrato il percorso netto: un dato sospetto, se rapportato alle percentuali solitamente raggiunte in tutti i concorsi pubblici. D’altronde, al bando per tenenti – promosso sempre dall’amministrazione comunale targata Ciro Borriello e destinato solo a laureati – solo il 2% dei candidati è riuscito a centrare il 100% di risposte esatte. Una “distanza” solo in parte giustificata dai tempi lunghi a disposizione degli aspiranti per preparare la prova pre-selettiva: la banca dati – circa 2000 quiz – senza risposte esatte è stata pubblicata il 30 giugno, mentre le selezioni sono state svolte il 26 luglio.

+++ leggi l’articolo completo e tutti i NOMI oggi in edicola su Metropolis Quotidiano +++


ULTIME NEWS