Pompei, summit sull’area mercato. Il sindaco: “No al muro contro muro”

Pompei, summit sull’area mercato. Il sindaco: “No al muro contro muro”

Pompei, summit sull'area mercato. Il sindaco: "No al muro contro muro"

E’ durato un’ora l’incontro che s’è tenuto ieri a Palazzo de Fusco tra il sindaco di Pompei, Pietro Amitrano, e una delegazione di operatori sulla questione del mercato settimanale di via Aldo Moro. Un primo summit per provare a raggiungere un punto d’intesa su una questione che ormai da anni affligge la periferia di Pompei. Lo scopo del vertice in Comune è quello di provare a mettere fine a una serie di problemi che settimanalmente si riscontrano nella zona periferica della città mariana alla chiusura delle bancarelle. Il sindaco ha ascoltato gli operatori e ha illustrato loro un primo progetto che dovrebbe riguardare l’intera l’area, anche se restano numerosi i punti sui quali c’è ancora da discutere. 

«Oggi pomeriggio (ieri, ndr) c’è stato un primo incontro con una delegazione di operatori del mercatino settimanale, alla ricerca di una soluzione che possa riportare dignità a tutta l’area mercatale, e soprattutto alla ricerca di una soluzione definitiva per assicurare la dovuta sicurezza a tutti gli abitanti dell’area e a gli stessi operatori», le parole del primo cittadino Pietro Amitrano. Il riferimento del sindaco è alle oggettive difficoltà che riscontrerebbe un mezzo di soccorso nell’attraversare l’area in un momento d’emergenza. La presenza massiccia dei mercatari a ridosso delle proprietà private limiterebbe fortemente il passaggio di ambulanze, in quanto è fortemente compromessa la stessa viabilità.

«Animi tesi e soluzioni oggettivamente difficili – ha aggiunto Amitrano -. L’incontro è durato un’oretta, ma almeno abbiamo cominciato a discutere di un problema annoso e non semplice. Soprattutto considerando il radicamento del mercato e le abitudini degli operatori e dei fruitori del mercato stesso. Auspico la vittoria del buon senso, e sono convinto che si riuscirà a trovare comunque una soluzione. Questa amministrazione non ha nessuna intenzione di fare il muro contro muro, ma di fronte ai problemi della sicurezza nessuno potrà in futuro esimersi dal prendere decisioni dovute ed inevitabili». Il messaggio del primo cittadino di Pompei è chiaro: «Andiamo avanti con il confronto costruttivo, e spero veramente che si possa arrivare entro un paio di settimane a mettere d’accordo tutti».

La questione legata al mercato del venerdì di via Aldo Moro non è nuova. Diversi problemi sono legati alle bancarelle degli ambulanti e non soltanto per la questione sicurezza. Un altro nodo è dovuto ai rifiuti che i mercatari tendono a lasciare in un’area particolarmente ventilata. Motivo che ha spinto il primo cittadino di Pompei a ordinare la raccolta differenziata. Un provvedimento adottato per contrastare il fenomeno e che ha già portato dei primi frutti. L’area da qualche settimana è decisamente più pulita, mentre nuovi controlli e sanzioni saranno applicate in futuro. Questi saranno effettuati prima, durante e dopo il mercato. Così da individuare i furbetti che provano a sfuggire alla differenziata imposta dal sindaco di Pompei.  Il Comune sta valutando l’ipotesi di traslocare il mercato in una zona adiacente, così da rendere più fruibile la viabilità. Un’ipotesi che non sembra trovare d’accordo gli ambulanti, che chiedono di non spacchettare il mercato e di renderlo continuativo come lo è attualmente. Intanto, un primo passo avanti per trovare un punto di incontro è stato fatto. Adesso bisognerà comprendere in che modo poter procedere. Di sicuro, la nuova amministrazione vuole rendere l’area più sicura e dignitosa ai cittadini e agli operatori.    


ULTIME NEWS