Torre Annunziata. Opposizione divisa, Forza Italia dice si al progetto stadio: è polemica

Torre Annunziata. Opposizione divisa, Forza Italia dice si al progetto stadio: è polemica

Torre Annunziata. Opposizione divisa, Forza Italia dice si al progetto stadio: è polemica

E’ stato l’unico componente della minoranza a votare in modo favorevole al progetto di rifacimento dello stadio comunale Giraud attraverso il maxi finanziamento delle Universiadi. Bruno Avitabile, leader della minoranza e capogruppo di Forza Italia ieri mattina, durante il consiglio comunale ha deciso di prendere le distanze dalla posizione dei suoi colleghi di opposizione e votare a favore del punto all’ordine del giorno. Un atteggiamento che è stato notato e che alcuni componenti della minoranza non hanno per nulla digerito ma che hanno incassato rispettando comunque la decisione di Avitabile. E’ lo stesso leader del simbolo di Berlusconi però a spiegare il perchè di quella scelta. 

«Quando si fanno cose buone per la città il colore politico, la posizione tra i banchi di un consiglio comunale contano poco: avevo già detto prima della seduta che ero d’accordo con il progetto e che giudicavo quell’intesa una buona occasione per la nostra città». 

E’ lo stesso Avitabile ad aggiungere: «C’era un patto, io ho votato quello che avevo detto gli altri non so». Non si sbilancia e non commenta la scelta dei suoi colleghi ma su una cosa ha le idee chiare «questo è l’ultimo treno per provvedere alla riqualificazione del Giraud se ogni volta che c’è qualcosa di buono per la nostra città ci mettiamo a pensare a chi lo ha fatto o a chi ne è stato il promotore rischiamo di restare arenati, di bloccare anche quel buono che forse questa amministrazione riuscirà a fare. Non mi interessa la posizione politica – conclude – mi interessa fare qualcosa di buono per la città di Torre Annunziata e per i miei concittadini». 

Il finanziamento di settecentomila euro servirà per ristrutturare lo stadio Giraud che sarà coinvolto tra i campi sportivi sede di allenamento e di dispute delle gare nel 2019. 


ULTIME NEWS