Calcioscommesse. Grassadonia coinvolto nell’inchiesta di Messina

Calcioscommesse. Grassadonia coinvolto nell’inchiesta di Messina

Grassadonia coinvolto nell'inchiesta di Messina

Professionisti, ex giocatori e allenatori e scommettitori sono indagati nell’inchiesta sul calcioscommesse condotta dalla Procura di Messina. Trenta gli indagati per quattro partite sospette disputate dall’Acr Messina in Lega Pro nel girone C tra il 2015 ed il 2016. Arriva alla conclusione l’inchiesta avviata a marzo scorso dal sostituto procuratore Francesco Massara che nei mesi scorsi ha portato la Guardia di Finanza a sequestri in studi professionali e abitazioni private con l’acquisizione di materiali e documenti e con verifiche incrociate. Al termine di questo lavoro il magistrato ha chiuso il cerchio attorno a trenta indagati con le ipotesi di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, truffa e alterazione dei risultati sportivi prevista nella normativa calcistica d riferimento. Al centro dell’inchiesta l’ex calciatore Arturo Di Napoli. Tra i nomi eccellenti l’ex vice presidente dell’Acr Messina Pietro Gugliotta, gli allenatori Grassadonia e Di Napoli e l’ex centrocampista peloritano Giorgione. Quattro le partite finite nel mirino degli investigatori con il sospetto che il risultato delle gare fosse predeterminato.


ULTIME NEWS