Ascensori al porto di Sorrento, il gruppo Ronca-Alilauro propone anche 60 navette elettriche: piano da 22 milioni

Ascensori al porto di Sorrento, il gruppo Ronca-Alilauro propone anche 60 navette elettriche: piano da 22 milioni

Ascensori al porto di Sorrento, il gruppo Ronca-Alilauro propone anche 60 navette elettriche: piano da 22 milioni

Nell’offerta fatta al Comune di Sorrento da parte del gruppo Ronca-Alilauro non c’è solo la realizzazione del percorso pedonale meccanizzato tra il porto di Marina Piccola e il parcheggio comunale Achille Lauro di via Correale. Accanto all’opera da 16 milioni di euro, il gruppo propone anche l’immissione in circolazione di 60 navette eco-compatibili al posto dei bus, l’installazione sul territorio di paline informative, l’apertura di un sito web e la costruzione di un centro operativo. Tutto per il costo aggiuntivo di sei milioni di euro. Il totale? Ben 22 milioni di project financing.

Proposte aggiuntive

Quelle formulate dal gruppo di recente costituito da Autolinee Tasso, Alilauro Gruson e Alilauro spa sono delle migliorie applicabili sul campo sempre se il Comune di Sorrento decidesse di sposare l’offerta presentata due giorni fa dal neonato team imprenditoriale. Scorrendo le 82 pagine del project financing a firma dell’imprenditore Alfonso Ronca (legale rappresentante della società Tasso), vengono individuati due obiettivi da raggiungere attraverso la futura realizzazione dell’infrastruttura. Primo: far funzionare al meglio la maxi opera costituita da ascensori e tappeti mobili tra porto e centro urbano di Sorrento. Secondo: istituire dei percorsi interni – fino a Meta e Massa Lubrense – tagliando il numero dei mezzi lunghi in circolazione.

 

Percorsi su gomma

Ronca, Alilauro Gruson e Alilauro spa, una volta realizzato il collegamento tra Marina Piccola e parcheggio Lauro, intendono continuare gestendo pure due percorsi interni su gomma con piccole navette. Uno si sviluppa per 9,5 chilometri consentendo così il collegamento tra il parcheggio Lauro, Sant’Agnello e Meta con l’impiego di due mezzi eco-compatibili a senso alternato. Una sorta di staffetta con andata e ritorno tra il parcheggio Lauro e arrivo a Meta in via de Martino. Il secondo percorso prevede collegamenti tra il parcheggio di Sorrento e il centro di Massa Lubrense. Le fermate saranno pure campeggi, alberghi, stabilimenti e Bagni della Regina Giovanna. Le navette utilizzate resteranno sempre due e la fermata terminale a Massa Lubrense è individuata in largo Vescovado.

I costi maggiori

Il Comune individua in 16 milioni la spesa necessaria per costruire il solo percorso meccanizzato porto-parcheggio. Mentre Ronca, Alilauro Gruson e Alilauro Spa parlano di un costo inferiore: 14 milioni. A ciò si aggiungono però 7,8 milioni di euro per l’acquisto di 60 navette eco-compatibili, 125mila euro per 50 paline informative dei tragitti, 80mila euro per sito web e applicazione e 50mila euro per attrezzature e allestimento di un centro operativo. Tutto per un costo generale di 22 milioni di euro.


ULTIME NEWS