Lettere/Casola. Omicidio Orazzo, uno scooter inseguiva il narcos

Lettere/Casola. Omicidio Orazzo, uno scooter inseguiva il narcos

uno scooter inseguiva il narcos

 

 La Fiat Panda guidata da Ciro Orazzo seguita da uno scooter. E’ uno dei primi fotogrammi acquisiti dagli investigatori, che stanno indagando sull’omicidio del narcos di Casola di Napoli, massacrato in via Provinciale a Lettere nella serata di giovedì. Gli 007, coordinati dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, stanno cercando di risalire al proprietario di quel motorino e soprattutto capire cosa ci facesse dietro l’auto guidata da Orazzo. L’ipotesi più accreditata, considerando la dinamica dell’omicidio, è che i killer che hanno sparato diversi colpi di fucile contro Ciro Orazzo fossero in contatto con qualcuno pronto ad avvertirli degli spostamenti del narcos. In questa ottica, in sella allo scooter che seguiva la Fiat Panda potrebbe esserci proprio un complice del commando di fuoco. Senza escludere la possibilità che lo stesso centauro abbia potuto esplodere qualche colpo contro Orazzo. Gli investigatori non stanno tralasciando alcun dettaglio, con l’obiettivo di arrivare a risalire all’identità dei killer e dei mandanti dell’omicidio. Proprio per quanto riguarda lo scooter sono state acquisite immagini del circuito di videosorveglianza di Castellammare di Stabia. L’ipotesi è che qualche criminale dell’area stabiese possa aver avuto un ruolo nell’omicidio di Orazzo. 


ULTIME NEWS