Pompei. Studio tecnico fuorilegge, sigilli in uno scantinato

Pompei. Studio tecnico fuorilegge, sigilli in uno scantinato

Studio tecnico fuorilegge, sigilli in uno scantinato

Seminterrati trasformati in attività commerciale e studi tecnici. Non conosce tregua l’abusivismo all’ombra degli Scavi e del Santuario. La task force dei vigili urbani di Pompei procede spedita e i dossier sugli abusi edilizi continuano a “ingrassarsi” di giorno in giorno. Altri sette sigilli sono stati disposti dai caschi bianchi nella città mariana – agli ordini del colonnello Gaetano Petrocelli e del capitano Ferdinando Fontanella – che hanno sequestrato nuovi immobili per abusivismo edilizio. Nel dettaglio, lungo via Casone, via Plinio, via Crapolla e San Giuseppe. La polizia municipale ha provveduto a mettere sotto sequestro un’attività commerciale – ultimata e in uso – nata in un piano seminterrato. Un abuso dovuto a un cambio di destinazione d’uso non autorizzato. Interventi anche in via Plinio, dove un garage seminterrato – di circa 110 metri quadrati – è stato trasformato in ufficio di studio tecnico. Sempre lungo via Plinio un altro scantinato di circa 42 metri quadrati – ultimato e in uso – era stato trasformato in un’abitazione. Sigilli sono stati disposti anche per un complesso turistico della zona.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS