Castellammare. Raccolta rifiuti, parte la rivoluzione: “Abbatteremo i costi”

Castellammare. Raccolta rifiuti, parte la rivoluzione: “Abbatteremo i costi”

Raccolta rifiuti, parte la rivoluzione: "Abbatteremo i costi"

Raccolta e smaltimento rifiuti 2.0 sul territorio stabiese. La rivoluzione parte con l’approvazione in giunta di una delibera mirata a perfezionare e incrementare la raccolta differenziata a Castellammare di Stabia attraverso l’attivazione della campagna di informazione sul corretto utilizzo da parte dell’utenza del servizio di igiene urbana, l’unificazione del calendario di conferimento e la valorizzazione della frazione nobile del riassetto. Entra dunque a regime l’attività di AM Tecnology, ditta che ha ottenuto l’appalto quinquennale per la gestione del servizio, ereditando il cantiere lo scorso 1 febbraio dalla Buttol. La novità principale riguarda il calendario unificato, che andrà a sopprimere la suddivisione tra le zone A e B per la raccolta dei rifiuti. «In questo modo siamo convinti di ottenere grandi vantaggi in termini di risparmio dei costi e di gestione della differenziata», sottolinea l’assessore all’ambiente Francesco Balestrieri, che di recente ha ricevuto anche la delega alla polizia ambientale per avviare la task force di monitoraggio del territorio. Il Comune, inoltre, si farà carico di consegnare i carrellati alle singole utenze domestiche e commerciali.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS