Castellammare. Racket dei Cesarano sulle slot, boss e complici a processo

Castellammare. Racket dei Cesarano sulle slot, boss e complici a processo


Racket su slot-machine e videopoker: giudizio immediato per Luigi Di Martino, alias Gigino ‘o profeta boss del clan Cesarano, il figlio Gerardo, Raffaele Belviso che secondo gli inquirenti avrebbe raccolto l’eredità del ras nel comando della cosca di Ponte Persica e Aniello Falanga. Il processo per estorsione aggravata dal metodo camorristico inizierà il 12 dicembre prossimo, ad appena 4 mesi dagli arresti fatti dagli agenti del commissariato di Pompei, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Eliana Franco del Tribunale di Napoli. Il pm della Dda partenopea, infatti, ha chiesto e ottenuto il giudizio immediato che, secondo il codice, fa saltare il filtro dell’udienza preliminare nella quale un gip terzo deve valutare se rinviare o meno a giudizio quando ci si trova davanti alla cosiddetta evidenza della prova. 

+++L’ARTICOLO COMPLETO OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++


ULTIME NEWS