Gragnano/Casola. Omicidio Orazzo, caccia ai fucili dell’agguato

Gragnano/Casola. Omicidio Orazzo, caccia ai fucili dell’agguato


Sembra quasi un déjà vu, si torna alla ricerca dei fucili utilizzati per l’agguato al narcos di Casola Ciro Orazzo. Un percorso a ritroso per gli inquirenti che avevano fatto scattare una raffica di perquisizioni all’indomani della prima imboscata al 54enne di Casola, puntato e colpito il 19 gennaio del 2016. Ieri mattina un nuovo giro di vite tra Casola e Caprile, zona collinare di Gragnano. 

All’epoca dei fatti si trattò di un tentato omicidio di Ciro Orazzo, alias Ciruzzo ‘o pirchiariello, il narco-coltivatore di marijuana che un tempo era il braccio destro di Mario Cuomo ‘o caniello ucciso in un agguato di camorra il 7 agosto 2012, sul campo di calcetto a Gragnano. 

+++L’ARTICOLO COMPLETO OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++


ULTIME NEWS