Estorce denaro a sacerdote e fedeli durante la messa a Barra

Estorce denaro a sacerdote e fedeli durante la messa a Barra


 Un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari e’ stata eseguita a carico di un 45enne del quartiere napoletano di Barra, gia’ noto alle forze dell’ordine, per due episodi di estorsione. Il primo episodio risale allo scorso 23 agosto quando – secondo l’accusa – l’uomo entro’ nella sacrestia di una parrocchia nel quartiere napoletano di Ponticelli e invei’ contro il sacrestano: se non gli avesse dato del denaro non se ne sarebbe andato, anzi avrebbe anche aggredito due fedeli li’ presenti. L’uomo si posiziono’ davanti alla porta per impedire alle vittime di uscire. A quel punto i tre malcapitati si trovarono costretti a svuotare i portafogli e a mettere insieme quello che avevano, 16 euro. L’uomo si lamento’ perche’ era troppo poco, ma prese il denaro e ando’ via lasciando in pace le vittime. Il secondo episodio a inizio settembre nelle navate di una chiesa a San Giorgio a Cremano. Durante tutta la funzione, l’uomo minaccio’ il sacerdote che se non gli avesse consegnato denaro avrebbe messo una bomba nella parrocchia. Smise di urlare e proferire minacce solo quando ebbe in mano 15 euro. A svolgere le indagini i carabinieri della stazione Barra, che hanno delineato un quadro accusatorio nei confronti dell’uomo condiviso dall’autorita’ giudiziaria. Quest’ultima ha emesso a carico dell’indagato una ordinanza di custodia cautelare in regime domiciliare. 


ULTIME NEWS