Pompei. Il Santuario “salva” i giovani a rischio: a lavoro 16 ragazzi

Pompei. Il Santuario “salva” i giovani a rischio: a lavoro 16 ragazzi

Il Santuario "salva" i giovani a rischio: a lavoro 16 ragazzi

Sono giovani, spensierati, anche un po’ inconsapevoli degli ostacoli della vita. Al di là dei banchi di scuola, ignorano gli esami coi quali dovranno fare i conti in futuro. E allora a scendere in campo ci pensa il Santuario di Pompei che, oltre alle sue mille associazioni impegnate nel sociale, ha ideato una nuova collaborazione con la Caritas nazionale, così per “salvare” i giovani considerati a rischio e garantire loro un’alternativa alla strada e alle sue mille insidie nascoste tra criminalità e droga. Sta per partire, nel Centro Educativo “Bartolo Longo” di Pompei, il progetto “Un mestiere per il futuro”. La chiesa è pronta a formare gli adolescenti, rispolverando quei vecchi mestieri niti nel dimenticatoio nel terzo millennio, dove sono la tecnologia e i nuovi software a fare da padroni.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS