Sicurezza: notte di sangue a Napoli, feriti tre giovani 

Sicurezza:  notte di sangue a Napoli, feriti tre giovani 


Una notte di sangue a Napoli. Violenza in luoghi affollati. E vittime giovanissime. Due di loro, in particolare, minorenni, nella stessa zona, quella della movida del lungomare, in circostanze ancora al vaglio degli investigatori che stanno svolgendo accertamenti per capire se i due ferimenti siano connessi. La prima aggressione di cui si e’ avuta notizia e’ stata quella che ha riguardato un ragazzo di 17 anni accoltellato in via Partenope, in una zona della citta’ particolarmente affollata fino a tarda ora. Soccorso e trasportato all’ospedale Loreto Mare, gli e’ stata riscontrata una ferita al fianco. Dieci giorni di prognosi, poi e’ stato dimesso. Il ragazzo ha chiesto aiuto dopo il fatto ad alcuni militari che erano di guardia nella zona della Sinagoga, in vico Santa Maria Cappella Vecchia e ha riferito i fatti. Le indagini sono state affidate ai Carabinieri. In base al suo racconto – il giovane, residente nel quartiere di Secondigliano, e’ incensurato – si trovava con alcuni amici nella vicina via Partenope quando ha avuto un diverbio per futili motivi con alcuni coetanei, che ha detto di non conoscere, che lo hanno aggredito e ferito. C’e’ anche un altro minore, in questo caso di 15 anni, ferito sempre sul lungomare di Napoli. In questo caso sono intervenuti gli agenti dell’unita’ operativa Chiaia della Polizia municipale di Napoli in servizio per la movida che hanno soccorso il ragazzino che era stato colpito piu’ volte, in varie parti del corpo, con un’arma da taglio. In azione una gang di una decina di ragazzi che lo ha aggredito ed e’ stata messo in fuga dall’arrivo degli agenti che hanno trovato la giovane vittima accasciata in via Partenope. Al momento sono al vaglio della Polizia municipale le testimonianze raccolte mentre nella vicina Villa Comunale gli agenti hanno trovato poco dopo un coltello con una lama lunga 8 centimetri presumibilmente usato per l’aggressione al ragazzo. Sono in corso accertamenti per verificare se i due ferimenti, quello del 17enne e quello del 15enne, siano avvenuti nell’ambito dello stesso contesto. A poche centinaia di metri, ma in un’altra zona che di sera, nei fine settimana, e’ piena di gente, un ulteriore episodio di violenza. Un ragazzo spagnolo di 22 anni, che si trova a Napoli nell’ambito del progetto Erasmus, e’ stato ferito in un tentativo di rapina. L’aggressione in pieno centro, piazza San Domenico Maggiore. Obiettivo il cellulare del giovane che ha fatto resistenza ed e’ stato colpito alla testa, con un oggetto contundente che gli ha provocato una ferita lacero contusa. Per lui una prognosi di 10 giorni. Sul fatto indaga la Polizia.


ULTIME NEWS