Aggressione ad Aniello Langella, ex ds del Savoia, arrestati due ucraini

Aggressione ad Aniello Langella, ex ds del Savoia, arrestati due ucraini


Per una rapina violenta ai danni di una coppia di coniugi in corso Umberto I a Eboli, nel Salernitano, i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e un provvedimento restrittivo con il beneficio dei domiciliari nei confronti di due ucraini. Secondo gli inquirenti, gli arrestati, insieme con altre tre persone, di cui due irreperibili e un’altra in corso di identificazione, hanno aggredito Aniello Langella e la moglie originari di Torre Annunziata, nel Napoletano, mentre si trovavano proprio a casa di uno di loro. I fatti risalgono al 4 agosto scorso. La banda, per impossessarsi di 53mila euro, dei cellulari e di altri oggetti preziosi, ha aggredito l’uomo causandogli fratture multiple, poi lo ha legato a una sedia stringendogli una cinghia al collo. La donna, invece, e’ stata legata mani e piedi per impedire che potesse dare l’allarme. I due arrestati devono rispondere anche di sequestro di persona, oltre che di rapina aggravata in concorso e di lesioni gravi. Fondamentale per l’indagine, coordinata dalla procura di Salerno, la visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza comunale, dai quali i militari hanno estrapolato alcuni frame; ma c’e’ stata anche attivita’ con i metodi tradizionali dell’osservazione e del pedinamento, oltre alle intercettazioni. L’inchiesta continua per risalire all’identita’ dei complici ancora a piede libero e, soprattutto, per chiarire le circostanze per le quali i coniugi si trovavano a casa degli ucraini con quella somma di denaro.


ULTIME NEWS