Pompei. Legalità, caos nomine: «Incarichi ai non eletti»

Pompei. Legalità, caos nomine: «Incarichi ai non eletti»

Legalità, caos nomine: «Incarichi ai non eletti»

A pochi giorni dall’insediamento ufficiale dei nuovi componenti dell’Osservatorio per la Legalità, le polemiche non si placano. La discussione ruota intorno alla decisione del primo cittadino di Pompei di affidare l’incarico di presidente all’avvocato Rosario Alfano, che presenterà il suo progetto – coi rispettivi lavori che porterà avanti – a partire dal 1 dicembre, nel corso di un incontro nella sala consiliare cittadina. La scelta di puntare sul professionista mariano non è stata condivisa dall’opposizione, in quanto Alfano era stato candidato alle ultime elezioni, appoggiando il sindaco Amitrano nella lista “Insieme per la Città”. Un “non eletto”, dunque, che ha già spaccato gli ambienti politici della città degli Scavi. Alfano ha raccolto 124 voti, terzo della lista che ha espresso soltanto un consigliere, Raffaele Serrapica, il quale ha ottenuto la poltrona con una manciata di voti in più.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS