Forza Italia a caccia di rinforzi a Torre del Greco: Colantonio pensa al ritorno alla base

Forza Italia a caccia di rinforzi a Torre del Greco: Colantonio pensa al ritorno alla base

Forza Italia a caccia di rinforzi a Torre del Greco: Colantonio pensa al ritorno alla base

Torre del Greco. Un incontro interlocutorio, utile a chiarire le ragioni della partecipazione di Luigi Mele e Cinzia Mirabella – ex assessore ai lavori pubblici e capogruppo uscente a palazzo Baronale – al summit promosso dai fedelissimi di Ciro Borriello e a salutare favorevolmente l’ipotesi di un «ritorno alla base» di Filippo Colantonio, un berluscones della prima ora con Valerio Ciavolino e poi a lungo leader locale dell’Udc. Sono i principali argomenti affrontati durante il confronto voluto dal coordinatore provinciale Antonio Pentangelo per provare a rafforzare la posizione di Forza Italia a Torre del Greco.

Gli assenti e le sorprese

Assente al tavolo l’ex vicesindaco Antonio Spierto: il capitano di lungo corso proprio in occasione del vertice con gli ex colleghi di maggioranza aveva ufficializzato la decisione di abbandonare Forza Italia per sostenere il gruppo del chirurgo plastico con la passione della politica. Semplici impegni professionali, invece, dietro il forfait di Stefano Abilitato. Presente, al contrario, l’ex presidente del consiglio comunale – ai tempi del sindaco Gennaro Malinconico, a capo di una coalizione di centrosinistra – Filippo Colantonio: il ginecologo non ha nascosto le proprie attenzioni al nuovo corso di Forza Italia e starebbe valutando – il condizionale è d’obbligo dopo il flirt-lampo con i moderati del terzo polo – l’ipotesi di un ritorno alla casa madre.

Le scelte a titolo personale

Affrontata solo di sfuggita la questione della partecipazione – a dispetto dei diktat arrivati da Napoli – di Luigi Mele e Cinzia Mirabella al tavolo dell’ex maggioranza: «Eravamo stati invitati, abbiamo partecipato a titolo personale e non come Forza Italia», i concetti espressi al tavolo e accettati senza particolari polemiche.

Il summit sotto il Vesuvio

Al termine di una chiacchierata di un’ora, il coordinatore provinciale ha proposto di aggiornare la riunione a domenica a Torre del Greco. Dove, verosimilmente, dovrebbero cominciare le iniziative concrete. A partire dall’ufficializzazione di chi, a oggi, vuole portare avanti il progetto per il 2018 senza guardare al passato rappresentato da Ciro Borriello.

twitter: a_dortucci


ULTIME NEWS