Gragnano. Serbatoi dell’acqua minati dai detriti: la lunga lista dei problemi

Gragnano. Serbatoi dell’acqua minati dai detriti: la lunga lista dei problemi

erbatoi dell’acqua minati dai detriti: la lunga lista dei problemi

Serbatoi dell’acqua passati al setaccio, ieri il sopralluogo di amministratori comunali e tecnici della società Gori per valutarne il funzionamento dopo i disagi segnalati dagli utenti delle zone collinari di Caprile e Aurano. Il caso è esploso durante i giorni di allerta meteo e all’indomani degli smottamenti lungo i corsi d’acqua che dalle sorgenti vengono convogliati nei bottini di presa che inevitabilmente hanno “accolto” anche parte dei detriti venuti giù dalle montagne. Una situazione complicata verificatasi il 6 novembre scorso quando la Gragnano si ritrovò in ginocchio per il maltempo. Il sopralluogo si è reso necessario per verificare l’entità dei danni. E in effetti le frane che non hanno risparmiato i contenitori posizionati in stradine impervie della valle Serbatoio. Il sindaco Paolo Cimmino e i consiglieri Francesco Scala e Silvana Somma, assieme ai responsabili dell’ufficio Lavori Pubblici, Barbara Maio, hanno ispezionato i 17 bottini di presa appuntando le problematiche rilevate sul posto.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS