Traffico illecito di rifiuti, ditta di Gragnano nei guai

Traffico illecito di rifiuti, ditta di Gragnano nei guai

Traffico illecito di rifiuti, ditta di Gragnano nei guai

Scoperto un traffico illecito di rifiuti in sei regioni: 13 le persone indagate e 7 aziende coinvolte nelle province di Firenze, Livorno, Taranto, Brescia e Bergamo. È questo l’esito di un’operazione della Direzione distrettuale antima a della Procura della Repubblica di Firenze. I reati contestati agli indagati sono di avere, in concorso tra loro con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso, allestito ed organizzato attività continuative di cessione, ricevimento, trasporto, comunque di gestione abusiva, di ingenti quantitativi di rifiuti speciali anche pericolosi.

Complessivamente i carabinieri hanno eseguito 35 perquisizioni, tra cui quelle nelle sette aziende indagate: si tratta della Effemetal, con stabilimento a Figline Valdarno e sede legale a Firenze, attiva nel settore del recupero, trasformazione e commercio all’ingrosso di rottami ferrosi per Aferpi di Piombino (Livorno); la Effeservicessrl di Firenze; la Raggi Nefal della provincia di Frosinone; la Nefal Sel di Roma, la Effe srl di Brescia e la Com.Sato di Lucca, con sede legale a Gragnano, azienda che si occupa di opere elettriche.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS