Pompei. Rifiuti nel cuore della città degli Scavi, guerra aperta agli incivili

Pompei. Rifiuti nel cuore della città degli Scavi, guerra aperta agli incivili


«Chiedo alla mia Pompei una diversa educazione civica, bisogna capire che la nostra è una città turistica che ospita gente da ogni parte del mondo. E’ inaccettabile quanto successo nelle ultime ore. E’ davvero deplorevole. Vorrei che tutti insieme lavorassimo sotto questo aspetto, non possiamo offrire un’immagine simile ai nostri turisti». E’ l’appello lanciato dal sindaco di Pompei, Pietro Amitrano, all’indomani dell’ultimo sversamento illecito a due passi dal Comune e dal Santuario. Il primo cittadino ha stilato un nuovo manifesto, con tanto di sanzioni previste per quanti non rispettano gli orari della raccolta. Multe che andranno da un minimo di 25 euro a un massimo di 500. 

L’ultimo episodio di inciviltà s’è registrato a Piazzale Schettini, a pochi passi dalla centralissima Piazza Bartolo Longo. Intorno alle 6,30 – a pochi minuti dall’intervento della ditta che si occupa del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti – ignoti hanno lasciato un cumulo di spazzatura in strada. 

+++L’ARTICOLO COMPLETO OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++


ULTIME NEWS