Gragnano. Abusi, il pastificio Garofalo corre ai ripari

Gragnano. Abusi, il pastificio Garofalo corre ai ripari


Un secondo passo indietro del pastificio Garofalo, presentata la richiesta di autodemolizione del capannone abusivo. Una corsa contro il tempo per ripristinare i luoghi così come richiesto già con una sentenza del Tar del 2013 e non perdere il corposo finanziamento europeo da 50 milioni di euro. Un papocchio tra autocertificazioni e relazioni dei tecnici dell’azienda ma il monito arriva anche per i responsabili degli uffici comunali. In effetti, a seguito degli esposti del duo di ex sindaci Zagaroli-Serrapica, lo tsunami si è mosso velocemente verso il palazzo istituzionale di via Veneto. Qualche falla nell’iter per i permessi relativi all’ampliamento dello stabilimento in via dei Pastai è stato trovato e il responsabile dello storico pastificio aveva presentato l’istanza con cui chiedeva di bloccare i pareri preliminari e ritirare la documentazione.

+++L’ARTICOLO COMPLETO OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++ 


ULTIME NEWS