Castellammare. Troppi infermieri disabili al San Leonardo, caccia ai furbetti

Castellammare. Troppi infermieri disabili al San Leonardo, caccia ai furbetti


Turni ridotti per la metà degli infermieri del Pronto Soccorso, arrivano gli ispettori regionali e ministeriali all’ospedale San Leonardo. La direttrice dell’Asl Na3 Sud Antonietta Costantini ha intenzione di far luce sul fenomeno anomalo delle esenzioni nel personale medico e infermieristico, che a suo dire inficia l’attività della struttura ospedaliera stabiese. 

Sono 42 in totale le unità in servizio al Pronto Soccorso, ma di queste ben 22 usufruiscono delle agevolazioni della legge 104 che prevede alcune limitazioni consistenti in orari ridotti e mansioni non gravose. Capita, pertanto, che in un turno con sei infermieri in servizio ce ne siano tre che non possono sostenere lo sforzo degli spostamenti dei pazienti o del trasporto in barella, in quanto affetti da patologie che impediscono lo spostamento manuale dei carichi