Scandalo rifiuti a Torre del Greco, Borriello non s’arrende: «Arrestato senza prove»

Scandalo rifiuti a Torre del Greco, Borriello non s’arrende: «Arrestato senza prove»

Scandalo rifiuti a Torre del Greco, Borriello non s’arrende: «Arrestato senza prove»

Torre del Greco. Si è presentato in largo anticipo al palazzo di giustizia di Torre Annunziata. «Non posso dire di essere felice, perché sarebbe impossibile – la confessione a un amico, qualche minuto prima di entrare in aula – Ma sono sereno, perché ora potrò raccontare come sono realmente andati i fatti».

Promesso, fatto. L’ex sindaco Ciro Borriello è stato il grande protagonista della prima udienza davanti al giudice per le udienze preliminari Luisa Crasta, chiamato a ordinare o meno il processo per i sei imputati travolti dallo scandalo monnezza connection all’ombra del Vesuvio.

Quattro ore di deposizione tra interrogatorio e dichiarazioni spontanee per provare a smantellare il castello accusatorio costruito dal pubblico ministero Silvio Pavia grazie alle indagini condotte dalla guardia di finanza.

+++ leggi l’articolo completo OGGI in edicola su Metropolis Quotidiano +++