Pompei. La banda dei furti aveva una mappa dei colpi

Pompei. La banda dei furti aveva una mappa dei colpi


Avevano ideato una mappa dei colpi da mettere a segno giorno dopo giorno. Avevano studiato un piano preciso: le donne agivano, gli uomini si limitavano a fare da accompagnatori. «Ci vediamo alle 16, ok? Facciamo il solito giro, poi vediamo». Un giro di furti, commessi un po’ per tutti i grossi centri commerciali della Campania, dal Vulcano Buono di Nola al Centro di Caserta e La Cartiera di Pompei, smascherato dai carabinieri della città mariana – guidati dal maresciallo Tommaso Canino e coordinati dal maggiore della compagnia dei carabinieri di Torre Annunziata, Luigi Coppola – dopo mesi e mesi di indagini, monitoraggio fotografico, pedinamenti e intercettazioni. Un’inchiesta partita a dicembre del 2015. 

+++ L’ARTICOLO COMPLETO IN EDICOLA OGGI +++