Sant’Antonio Abate/Gragnano. Venti minorenni coinvolti nella rissa, quattro denunciati

Sant’Antonio Abate/Gragnano. Venti minorenni coinvolti nella rissa, quattro denunciati

Venti minorenni coinvolti nella rissa

 Nel fuggi fuggi generale hanno provato a far perdere le loro tracce anche i responsabili della mega rissa. A bloccarli i carabinieri abatesi. Dopo i primi accertamenti sono stati denunciati 4 minorenni incensurati, ritenuti responsabili di rissa aggravata. Si tratta di un 16enne, un 15enne e un 14enne di Gragnano e di un 14enne di Sant’Antonio abate. È stato accertato che i quattro, facenti parte di due gruppi distinti insieme ad altri giovani ancora in via di identificazione, avevano scatenato una rissa nel corso della quale il 15enne aveva colpito alla testa con un casco il 14enne di sant’Antonio Abate. A quest’ultimo, portato dal 118 all’ospedale di Castellammare, è stato riscontrato un trauma cranico non commotivo, giudicato guaribile in 5 giorni. Dalle prime indagini emergerebbe che la rissa è scoppiata al culmine di una serie di sfottò tra i gruppi sull’abbigliamento e il trucco delle ragazze in loro compagnia. Il 15enne dovrà rispondere anche di minacce di morte nei confronti del 14enne ferito.