Gozzo, la nuova perla di Apreamare è l’imbarcazione europea dell’anno

Gozzo, la nuova perla di Apreamare è l’imbarcazione europea dell’anno

Gozzo, la nuova perla di Apreamare è l'imbarcazione europea dell'anno

Gozzo dell’azienda Apreamare è stato proclamato “European Powerboat of the Year” al Salone di Dusserdolf. Si tratta della terza volta che un progetto di Victory Design, studio di design e progettazione guidato da Brunello Acampora, si aggiudica il premio, considerato alla stregua di un Oscar della nautica. Una selezione dura, in un segmento di mercato estremamente competitivo, quello delle imbarcazioni a motore sino a 35 piedi, che ha visto la rivoluzionaria reinterpretazione del classico gozzo sorrentino in chiave moderna battersi contro colossi industriali.

E’ la prima volta che Apreamare e il suo fondatore Cataldo Aprea, il padre dei moderni gozzi plananti, si aggiudicano il premio; il sodalizio ultradecennale con Brunello Acampora e il suo studio, ha generato una seconda rivoluzione, trasformando un’intuizione ed un’esigenza di mercato in un prodotto moderno, elegante, funzionale e nel contempo rispettoso della genesi storica dell’imbarcazione sorrentina.

«Nato come interprete dell’Italian Way of Life e dal forte carattere Mediterraneo – dice Acampora – Gozzo ha già sedotto molti diportisti di tutto il mondo, che ne hanno apprezzato il design, la marinità ed il sapore del migliore Made in Italy. Lo considero un riconoscimento importante e quindi un segnale forte per il rilancio della nautica nostrana che in questi ultimi anni ha dovuto spesso cedere il passo ad altri pur avendo una propria forte identità e tradizione».

Gozzo, realizzato da Imbarcazioni d’Italia Spa, è un natante Open con grande vivibiltà degli spazi esterni, che privilegia il contatto diretto con il mare e nasconde alcuni piccoli segreti quali un tendalino da tenere aperto a tutte le velocità e nascosto dall’innovativo parabrezza elettrico che compare al tocco di un pulsante. In termini di prestazioni, la tradizione è stata rispettata e potenziata, senza rinunziare alla tecnologia: una carena capace di navigare benissimo in dislocamento puro anche per lunghi periodi, con consumi irrisori e tenuta di mare impeccabile come i veri gozzi d’epoca. Quando poi si vuole tirare fuori l’anima sportiva di “Gozzo”, basta dar fondo alle manette e la carena studiata da Victory trasforma la barca in un vero e proprio motoscafo planante che supera facilmente i trenta nodi con due entrofuoribordo diesel, senza perdere né la proverbiale tenuta di mare, né un basso consumo di carburante.