Massa Lubrense. Cameriere nei boschi con fucile, il pm lo condanna, lui piange e chiede pietà

Massa Lubrense. Cameriere nei boschi con fucile, il pm lo condanna, lui piange e chiede pietà


Imputato per possesso abusivo di un’arma da caccia si commuove in aula, ma il pm chiede comunque due anni di carcere. E’ successo ieri, davanti al giudice della sezione penale del Tribunale di Torre Annunziata, Federica De Maio. Protagonista della storia raccontata nell’aula “Giancarlo Siani” del palazzo di giustizia oplontino, un cinquantenne residente a Massa Lubrense.